Quanto Costano gli Hoverboard: Prezzi e Costi

Orientarsi nel mondo degli hoverboard non è così semplice, la possibilità di scelta è molto vasta e non sempre si hanno le idee chiare.

Con o senza manubrio? Bluetooth o luci al LED? Ruote da 6 o da 10 pollici? E le casse incorporate?

Cerchiamo di mettere a fuoco da cosa può dipendere il prezzo di un hoverboard.

Quanto costa un hoverboard


Il prezzo di un hoverboard può variare in maniera sensibile da meno di cento a più di seicento euro; ma con il prezzo cambiano anche le caratteristiche e gli optional che ci si ritrova a disposizione.

Le fasce di prezzo


In generale si dividono gli hoverboard in tre fasce di prezzo (bassa, media, alta) per identificarne alcune caratteristiche peculiari e farsi un’idea abbastanza precisa del prodotto di cui si sta parlando.

La più economica (fascia bassa) si aggira attorno ai 100-150 euro per l’acquisto.

Visto il prezzo economico è lecito supporre che gli hoverboard inclusi in questa categoria abbiano meno optional e siano realizzati con materiali meno sicuri che in alcuni casi diventano scadenti.

In ogni caso gli hoverboard di fascia bassa sono di solito meno performanti.

Nella seconda fascia (quella media) rientrano gli hoverboard tra i 200 e i 300 euro; si tratta di una vasta gamma di prodotti che si caratterizzano per il buon rapporto qualità-prezzo e che non di rado vantano prestazioni che si avvicinano a quelle dei loro cugini di fascia più elevata.

Nel caso della fascia media rientrano prodotti molto validi che offrono buone caratteristiche e una scelta interessante di accessori che alcune volte possono anche essere già compresi.

Gli hoverboard di fascia alta, infine, hanno prezzi compresi tra i 400 e i 600 euro.

I motivi per i quali si dovrebbero preferire questi prodotti sono essenzialmente legati alle performance o all’esigenza di determinate caratteristiche che non sono presenti in quelli di fascia media.

Questa è la fascia verso la quale dovrebbe orientarsi chi desidera un hoverboard professionale

Gli accessori


Una cosa importante da tenere in considerazione quando si valutano i costi di acquisto di un hoverboard sono gli accessori che non rientrano nel prezzo del prodotto; ne esiste una vasta scelta con prezzi che partono da pochi euro ad alcune decine.

Va ricordato che gli accessori sono, per l’appunto, aggiunte non obbligatorie e che possono anche essere evitati con un conseguente risparmio; tuttavia ve ne sono alcuni che dovrebbero essere considerati seriamente per la comodità e la sicurezza, come una sacca per il trasporto o il caschetto per la protezione del capo in caso di caduta.

La fascia di prezzo nella quale si trovano gli accessori va dai 5 a 30 euro.

Le caratteristiche da valutare


Un consiglio prezioso per valutare la fascia di prezzo verso la quale dirigersi è quello di non soffermarsi solo sul lato economico, ma di tenere in considerazione quali sono le caratteristiche che l’hoverboard che stiamo cercando deve avere; l’uso che si intende farne, l’utente che lo guiderà (bambino o adulto), tipi di percorsi.

Questa valutazione preventiva permetterà di avere più chiaro il tipo di prodotto che fa al caso nostro ed eliminare dalla classifica quelli che hanno caratteristiche e accessori ai quali possiamo rinunciare.

In ogni caso, le caratteristiche principali da valutare devono essere il motore e la batteria, ossia quelle che determineranno la qualità finale del prodotto, cioè la potenza e l’autonomia.

La potenza del motore è quella che indica la velocità massima raggiungibile con l’hoverboard, mentre le batterie determinano i chilometri che il nostro prodotto potrà percorrere prima di rimanere senza carica.

Le batterie, in particolare, devono essere sempre certificate secondo le norme vigenti nazionali e internazionali, oltre ad essere dotate di codice UL 2272.

Stabilite la potenza e l’autonomia possiamo sbizzarrirci nella scelta delle dimensioni delle ruote che dovranno tenere conto dell’utilizzo che intendiamo farne (6,5 pollici; 8 pollici; 8,5 pollici; 10 e 10,5 pollici).

Se poi vogliamo ascoltare la musica mentre utilizziamo il nostro hoverboard, allora bisogna valutare la qualità del Bluetooth e delle casse che in molti modelli di fascia media sono già integrate

Considerazioni finali


Le possibilità di spesa nell’acquisto di un hoverboard sono molto vaste andando dalle più economiche di fascia bassa a quelle più costose della fascia alta.

Per orientarsi con maggiore sicurezza, è bene fare una valutazione preliminare delle necessità che l’hoverboard dovrà soddisfare tenendo conto dell’utilizzo e dell’utente che lo guiderà.

Se ci si orienta verso hoverboard di fascia bassa perché si è deciso di rinunciare a caratteristiche che non interessano, è comunque importante valutare i due elementi principali dell’hoverboard: il motore e la batteria.

Le scelte possibili per il motore sono tra un modello economico con una maggiore potenza e uno meno potente ma di qualità più elevata.

Nel caso si possa rinunciare a una velocità di movimento elevata sarebbe meglio preferire un prodotto con un motore di qualità più alta che fornisca maggiori garanzie sulla sua durata.

Per le batterie, invece, il risparmio dovrebbe essere l’ultimo dei pensieri: anche su prodotti collocati nella fascia bassa, non si dovrebbe mai rinunciare a batterie di qualità, preferendo modelli che montano batterie di marchi garantiti.

Basti pensare che in alcuni modelli la qualità delle batterie era talmente bassa che dopo alcuni utilizzi prendevano fuoco!

Non è un caso, infatti, che vari hoverboard di fascia medio-bassa si presentano accessoriati con batterie di buona qualità, anche se poi offrono caratteristiche in linea con la loro fascia di prezzo.

Emanuele Santiaghi

Sono sempre stato un appassionato di hoverboard sin dal primo momento in cui li ho visti sul mercato e cerco sempre di essere attento alle ultime novità sul mercato.