Monopattino Elettrico Omologato:
Come Omologarlo e Modelli

monopattino elettrico omologazione

Tutti noi proprietari di monopattini ci chiediamo se è possibile utilizzare il monopattino SU strada.

Utile chiedersi se è omologato alla circolazione su strade pubbliche.

Inoltre, cosa intende il codice della strada per monopattino omologato?

Cerchiamo di chiarire insieme questi punti riguardo la circolazione dei monopattini elettrici.

Bisogna, come primo punto, chiarire che in Italia  i monopattini possono circolare su strada solo se omologati e muniti dell’apposito libretto di circolazione.

Devono essere in possesso di targa, assicurazione e bollo. Inoltre, anche per la guida del monopattino, come per i ciclomotori, è previsto l’uso del casco.

Possiamo, quindi, affermare che i monopattini per il codice della strada risultano come motorini, poiché sono muniti di motore elettrico e superano i 6 km/h.


Cosa si intende per monopattino elettrico omologato?


In linea di massima, tutti i monopattini elettrici venduti sul territorio italiano risultano essere omologati, possono, cioè, circolare seguendo le norme previste dal codice della strada.

Per poter circolare tranquillamente ed evitare multe sarà necessario, per l’utilizzatore del monopattino, rispettare gli obblighi già citati in precedenza.

Solo in aree private questi adempimenti non sono necessari; in quel caso, il monopattino potrà tranquillamente transitare senza targa e assicurazione.

Assicurare un monopattino potrebbe sembrare poco conveniente per l’utente ma, in realtà, esistono incentivi pensati per chi utilizza mezzi di trasporto ecologici su strada.

L’assicurazione del monopattino elettrico costerà, quindi, poco al suo utilizzatore, in media 100-200 euro all’anno.

Una volta chiarito il concetto di monopattino elettrico omologato, proviamo a scoprire quali sono i modelli migliori che possiamo trovare sul mercato.

Monopattini Elettrici su Amazon

Monopattini elettrici omologati: i migliori modelli


1. Xiaomi Ninebot Mijia M365

Xiaomi Ninebot Mijia M365


Il modello della Xiaomi Ninebot Mijia ha raggiunto il punteggio massimo per il rapporto qualità/prezzo ed è considerato come il modello di monopattino elettrico più elegante attualmente sul mercato.

Per la costruzione del telaio di questo modello sono stati usati magnesio ed alluminio; questi materiali, particolarmente performanti, rendono il monopattino della Xiaomi resistente e gradevole sotto il profilo estetico.

Collegato a questo monopattino, è possibile trovare anche un’app che consente all’utente di monitorare le abitudini di utilizzo del proprio monopattino, tenendo sotto controllo velocità media, durata di carica della batteria e altre varianti.

Aspetto interessante di questo modello è la facilità e comodità di utilizzo; è possibile piegarlo molto facilmente e trasportarlo su mezzi di trasporto cittadini come autobus, tram e treni.

Per riuscire ad aumentare l’autonomia della batteria elettrica, gli ideatori di questo modello lo hanno dotato di un particolare sistema che recupera l’energia cinetica evitando che possa disperdersi ed andare sprecata. Sono presenti anche fari LED, oltre ad un freno a disco posizionato sulla ruota posteriore che consente una frenata sicura.

Il monopattino della Xiaomi può raggiungere la velocità di 25 km/h e ha autonomia per 30 km; la ricarica completa della batteria si raggiunge in 4 ore.

Monopattino dalle grandi prestazioni sia estetiche che funzionali. Risulta l’ideale per spostamenti in città.

Monopattini Elettrici su Amazon

2. Takira Tank 1000TT

Takira Tank 1000TT

Questo monopattino elettrico è risultato il migliore nei percorsi fuoristrada. Dotato di un potente motore da 1000 watt, raggiunge una velocità massima di ben 32km/h.

L’autonomia è di circa 20 km e la batteria del monopattino va tenuta in carica per 6-8 ore circa. Questo modello risulta perfetto se sei alla ricerca di un modello elettrico che sia omologato per percorsi in fuoristrada.



3. Razor E300 è un monopattino perfetto per adulti e bambini.

Razor E300

Monopattino elettrico alla portata di grandi e piccoli, l’E300 è un modello economico ma dalle alte prestazioni. Prodotto con ottimi materiali, presenta un telaio in acciaio che regala a questo monopattino grande resistenza ed affidabilità. Il tutto ad un piccolo prezzo.

Con un motore da 300 watt, l’E300 si riesce a raggiungere una velocità di 24km/h ed un’autonomia di un’ora. Questo modello è garanzia di sicurezza ed affidabilità grazie alla presenza di freni con sistema antibloccaggio, posti sia sulla ruota anteriore che posteriore.

Le ruote sono molto larghe consentendo all’utente di godere di una maggiore stabilità e comfort nella guida, anche grazie agli ammortizzatori posti sia posteriormente che anteriormente al veicolo.

Questo monopattino della Razor è leggero, raggiungendo un peso di appena 12,5 kg.

Risulta estremamente maneggevole e facile da ripiegare, il che lo rende facilmente trasportabile in macchina, camper, autobus o metropolitana.


4. Takira Tank Type 800TT

Takira Tank Type 800TT

Entra di diritto nella classifica dei monopattini elettrici più veloci.

Dotato di un motore da 800 watt, questo monopattino raggiunge tranquillamente i 40 km/h. L’autonomia è di 25 km per una batteria che si ricarica in 8 ore.

Proprio la velocità elevata che riesce a raggiungere è la caratteristica principale di questo modello di monopattino elettrico che risulta ideale per chi desidera avere un mezzo di trasporto che sia veloce, affidabile e versatile.

Questo modello può essere guidato a partire dai 16 anni di età, esibendo patenti di guida per questa tipologia di veicoli.

Omologare un mezzo di trasporto: come fare

La parola “omologazione” proviene dalla lingua greca e significa letteralmente convenzione.

Il termine omologare viene utilizzato in diversi settori per riconoscere come uguali oggetti differenti tra loro, oppure per garantire uno standard.

Garantire uno standard significa assicurare all’utente un prodotto identico al modello creato, con riferimento alle specifiche tecniche che quell’oggetto deve possedere.

Quando si parla, più specificatamente, di omologazione automobilistica si intende una particolare procedura con la quale la legge certifica che il tipo di mezzo di trasposto è conforme alla normativa vigente.

Ogni mezzo di trasporto omologato viene dotato di un numero di omologazione, anche definito codice, che consiste in un codice alfanumerico.

Ogni veicolo viene, quindi, identificato tramite questo codice di omologazione riportato sul libretto di circolazione del mezzo e che identifica tutte le specifiche tecniche come il tipo di motore, la carrozzeria, numero di posti disponibile ecc.

Tale codice di identificazione, assegnato a ciascun veicolo, consente di identificare il mezzo di trasporto e rendere agevole il controllo da parte delle autorità preposte.

Cosa succede qualora il mezzo non fosse omologato?

Senza omologazione, e quindi rilascio del codice e del libretto di circolazione, il veicolo non ha il permesso di circolare su strade pubbliche. Un veicolo non correttamente omologato può circolare solo su strade private.

Qualora un mezzo di trasporto non omologato venisse fermato su strada pubblica rischia sanzioni pesanti fino ad arrivare al sequestro del mezzo. L’obbligo di omologazione sussiste per tutti quei veicoli aventi un motore che superi i 6 km/h.

Questo punto porta alla necessità di omologare tutti i monopattini elettrici, dal momento che la loro velocità varia dai 25 ai 40 km/h.

L’obbligo di omologazione non riguarda, invece, altri mezzi di trasporto elettrici come le biciclette che, anche se provvisti di motore, non superano il limite di velocità fissato dalla legge.

Per le bici, infatti, il motore elettrico è considerato solo un aiuto alla pedalata (pedalata assistita).


Perché omologare il proprio monopattino elettrico: tutti i vantaggi


Omologare il proprio monopattino elettrico presenta numerosi vantaggi.

Innanzitutto è fondamentale per poter liberamente circolare su strada, ma oltre questo aspetto abbiamo:


• Non si hanno limitazione per la circolazione neppure nelle zone ZTL (zone a traffico limitato);
• Si viene esonerati dal pagamento della tassa di circolazione per 5 anni dalla data dell’omologazione;
• Non risentono di iniziative volte alla riduzione dell’inquinamento cittadino;
• Assicurazione scontata del 50%;
• Il motore elettrico del monopattino consente di non produrre CO2 e, quindi, di non inquinare;
• Il pieno si fa con solo 0,25 euro.

Qual è la normativa di riferimento per i monopattini elettrici?


I possessori di monopattino elettrico dovranno attenersi alla Direttiva 2002/24/CE. Quest’ultima regola l’omologazione dei mezzi di trasporto su 2 o 3 ruote. Le caratteristiche necessari alla circolazione del monopattino elettrico, descritte dalla normativa, sono:


• immatricolazione del mezzo;
• il veicolo deve essere coperto da assicurazione;
• l’utilizzatore del monopattino deve indossare un casco, anch’esso omologato
• il conducente deve avere la patente B o il patentino rilasciato per la guida di motocicli 50 cc.
• essenziale è ovviamente il rispetto delle norme del codice stradale.
• Il conducente deve essere in possesso tutti i documenti necessari che andranno esibiti alle autorità. In particolare: libretto di circolazione del mezzo, assicurazione, bollo.


Come omologare il proprio monopattino elettrico.


Nel nostro Paese, quasi tutti i modelli di monopattino elettrico vengono ceduti in possesso di tutte le caratteristiche necessarie alla sua omologazione.

Ovviamente, in commercio è possibile trovare anche monopattini non omologati ma anche non omologabili.

Un esempio sono i monopattini per bimbi che vengono considerati alla stregua di giocattoli e non veri e propri mezzi di trasporto.

Per non incorrere in situazioni spiacevoli è sempre preferibile acquistare un monopattino elettrico omologato.

In caso contrario, si può incorrere in restrizioni per quanto riguarda la circolazione del mezzo su strade pubbliche.

Per riuscire ad omologare il proprio monopattino elettrico quest’ultimo deve possedere una serie di caratteristiche tecniche che lo rendono idoneo all’omologazione.

Tutti i componenti del mezzo devono, necessariamente, essere certificati con riferimento alla loro funzione, ai materiali utilizzati per la loro costruzione.

I componenti maggiormente suscettibili il controllo sono i freni, le luci del veicolo, lo specchietto retrovisore, il cavalletto. Con riferimento al motore, questo deve essere dotato di una scheda tecnica dettagliata riportante tutti i requisiti utili alla compilazione del libretto di circolazione.

Aspetto importante, quando si decide di omologare un monopattino, è il controllo della compatibilità elettromagnetica, cioè la facoltà di un veicolo elettrico e delle sue componenti fondamentali di funzionare bene senza provocare disturbi di natura elettromagnetica.

L’azienda produttrice del veicolo elettrico deve rilasciare la certificazione ISO 9002.

Terminato il procedimento di omologazione viene rilasciata al proprietario del veicolo la targa del mezzo, come risultato dell’avvenuta e regolare omologazione del proprio monopattino.


L’assicurazione per un monopattino elettrico


Assicurare il proprio monopattino è, invece, una procedura molto semplice da effettuare.

Basterà che il proprietario si rechi in un’agenzia assicurativa munito di tutti i documenti riguardanti il mezzo di trasporto, il proprio documento di riconoscimento (esempio carta d’identità) e i documenti recanti le specifiche tecniche del mezzo.

Quest’ultimo risulta essere un documento particolarmente importante ai fini assicurativi e viene rilasciato dalla motorizzazione.

Come abbiamo detto, assicurare il proprio monopattino elettrico è cosa abbastanza agevole, oltre che economica.

Per quanto riguarda il codice della strada, il conducente del veicolo elettrico deve rispettare e fare riferimento alle regole previste per i ciclomotori

Il monopattino, essendo un veicolo elettrico, gode di una serie di sconti notevoli.

Questo privilegio è collegato non solo al motore, che presenta dimensioni ridotte, e alla velocità massima, non particolarmente elevata, ma anche al suo impatto ambientale nullo che lo rende un veicolo ecologico.

Dopo questa nostra guida credi che aver trovato il monopattino elettrico più adatto alle tue esigenze?


Monopattini Elettrici su Amazonuna serie di monopattini elettrici

AUTORE:

Marika Palmieri

Mi chiamo Marika Palmieri ho 28 anni, sono un ingegnere elettronico e sin da quando ero piccola ho avuto la passione per i monopattini elettrici e gli hoverboard.

Ho deciso di mettere la mia esperienza a disposizione per consigliare i migliori modelli e chiarire anche dal punto di vista tecnico come funziona l'elettronica per dare l'opportunità a tutti gli appassionati di acquistarli con criterio, scegliendo solo i migliori.

Puoi leggere di più su di me qui.

Clicca qui per tornare indietro