Le Migliori Bici Elettriche Pieghevoli Presenti in Commercio

Scooter Elettrico Senza Patente

State cercando da tempo una soluzione leggera per la mobilità e la circolazione? Bene.


Vi presentiamo di seguito la guida definitiva alle migliori bici elettriche e pieghevoli più leggere ed economiche.

Una bicicletta elettrica pieghevole è una classica bici elettrica, dotata della possibilità di ripiegarsi su sé stessa.

E' stata pensata soprattutto per muoversi agevolmente in città, per essere ecologica e compatta, veloce e pratica come una bici pieghevole ma al contempo comoda, grazie alla pedalata assistita.

Di seguito troverai la guida all'acquisto della miglior bicicletta elettrica pieghevole, il tutto accompagnato dalle recensioni degli utenti, che ti saranno davvero molto utili.

Tra tutti i prodotti tech che vengono presentati annualmente, la bicicletta elettrica pieghevole è sicuramente una delle rivelazioni e delle trovate più interessanti degli ultimi anni.

Non si tratta più della classica moda effimera, ma di un prodotto innovativo, in grado di abbracciare un pubblico nuovo e sempre in espansione; un pubblico alla ricerca di un articolo leggero, compatto e adatto per brevi tragitti, magari tra casa e ufficio.

la A Bike



Si tratta di uno speciale brevetto per una bici elettrica pieghevole, un prodotto che permette dunque di ripiegare il telaio del mezzo e renderlo compatto e piccolo, in modo da conservarlo dove meglio si preferisce.

Durante gli anni sono state molte le biciclette elettriche che permettevano tale operazione, ma non tutte purtroppo presentavano la fantastica funzione della pedalata assistita.

Meglio conosciute come E-Bike, queste non sono proprio dei fenomeni passeggeri. Si tratta di una realtà ormai consolidata, talmente tanto che i grandi marchi come Aimado, Valentini e Nilox hanno già avviato i lavori ed investito denaro per realizzare la loro versione di questo magico prodotto con la pedalata assistita.

Le biciclette elettriche pieghevoli, uniscono la possibilità di una pedalata leggera, non faticosa e senza sudore, alla possibilità di portare sempre con sé questo mezzo, evitando dunque sgradevoli incidenti come i furti.

La possibilità di essere ripiegati, difatti, li rende davvero piccoli e compatti, permettendo loro di essere riposti in un preciso punto del vostro monolocale o anche sotto alla vostra postazione di lavoro.

Per comprendere al meglio quali sono le funzioni di questo prodotto, cosa lo differenzia da un ciclomotore e quali sono i suoi vantaggi, riportiamo qui di seguito una guida più precisa per comprendere quale versione combacia più con voi; una guida che spazia tra proposte economiche e innovative, come per esempio la Fat Bike.

Per analizzare meglio le caratteristiche di ogni modello e per comprendere quale prodotto fa meglio al caso tuo, metteremo a confronto 10 modelli delle migliori marche, tutti disponibili all'acquisto su Amazon e con spedizione gratuita.

Ogni descrizione terrà conto poi delle recensioni dei clienti, che hanno acquistato quel preciso articolo e ne hanno valutato le caratteristiche.

Bici Elettriche su Amazon

Ma prima: come funziona una E-Bike? Perché acquistarla?


Questa bicicletta elettrica, presenta uno speciale motore, che viene attivato nel momento in cui si inizia a pedalare; già da subito fornisce supporto alla pedalata, rendendola più leggera e meno faticosa rispetto ad un modello non elettrico.

La E-Bike, inoltre, non è considerata un vero ciclomotore, per cui non sono necessarie le spese di bollo e di assicurazione classiche.

Ma attenzione! Questa normativa è valida per i modelli che presentano un motore con potenza inferiore o uguale a 250W, con una velocità massima di 25km\h. Le bici con una potenza maggiore, perciò, saranno considerate dei veri ciclomotori.

Ciò significa che se siete alla ricerca di un modello più potente, sappiate che dovrete affrontare anche le spese di manutenzione che si affrontano per un classico ciclomotore.

bici Fathom



Una bicicletta elettrica presenta moltissimi vantaggi, soprattutto la e-bike pieghevole: si tratta di un mezzo di trasporto economico, non c'è bisogno di alcuna patente per guidarlo e inoltre è davvero agile, permettendo di evitare il traffico e di circolare anche in zone a traffico limitato.

Sono ideali per brevi spostamenti in città e la possibilità di piegarle permette di trasportarle ancora più facilmente, poiché da piegate occupano davvero poco spazio.

Nonostante sia presente il motore, è un mezzo totalmente ecologico e ad emissioni zero, che non impatta assolutamente sull'ambiente.

E' sicuro e confortevole, soprattutto grazie alla pedalata assistita, che porta una serie di benefici a chi la usa. Un'altra cosa fondamentale è che potrai essere sicuro di essere al riparo da furti e vandalismo, potendo portare la tua bicicletta elettrica sempre con te.

Le migliori biciclette elettriche ed economiche


Un buon modello di bicicletta elettrica pieghevole può raggiungere facilmente il prezzo di un auto di fascia medio-bassa.

Sul mercato, però, sono presenti da tempo dei modelli che puntano al miglior rapporto qualità/prezzo.

Di seguito, dunque, il confronto tra i migliori 10 modelli di bicicletta elettrica pieghevole di fascia economica: presenteremo anche la versione della Fiat e alcuni prodotti cinesi che sono senza dubbio di ottima fattura.

In questo confronto, presenteremo le caratteristiche principali di ogni buon modello, prendendo in considerazione anche le recensioni di chi ha già effettuato l'acquisto.

Le 10 migliori biciclette elettriche pieghevoli ed economiche


La Bicicletta Elettrica Pieghevole di Aimado

bici aimado


Il confronto parte con uno dei modelli di bicicletta elettrica pieghevole migliori, il modello realizzato da Aimado, una versione che, da chiusa, arriva a misurare 75x53x65 cm.

Questo modello di bicicletta elettrica mono-marcia, è dotato di un motore di 250W agli ioni di litio, posizionato al centro del telaio e realizzato in modo da essere estraibile.

E' possibile poi regolare anche la potenza della pedalata assistita, in relazione al tipo di fatica che si vuole provare o alla lunghezza del tragitto da percorrere.

L'armatura è stata realizzata in lega di alluminio e monta ruote da 16 pollici, in grado di sopportare un peso massimo di 120KG.

E' molto simile ad una mountain bike, è dotata di freni a disco per entrambe le ruote e possiede un display che indica lo stato di carica.

Le recensioni sono prettamente positive, tutte legate al rapporto qualità-prezzo che risulta a tutti ottimo e consigliato.

Un altro modello molto apprezzato in rete è sicuramente la e-bike realizzata da Nilox. Questo modello, da chiuso, misura 85x45x70 cm.

Possiede un motore da 250W, e permette di viaggiare per oltre 25Km con la batteria attiva, senza che questa si scarichi. La ricarica veloce (circa 3 ore) è facilitata sia dalla posizione della batteria, sulla ruota anteriore, che dalla possibilità di estrarla per ricaricarla.

Anche qui, il telaio è in lega di alluminio, i freni sono realizzati in V-Brake e le ruote sono più grandi dello scorso modello, misurano infatti 20 pollici.

Questa bicicletta viene venduta con moltissimi accessori, come la luce led, il portapacchi, un cavalletto, un bike-lock e una presa aggiuntiva, realizzata apposta per il Regno Unito.

I recensori apprezzano il fatto che sia quasi totalmente già assemblata e che il prezzo sia competitivo, però con i suoi 20KG non risulta la più leggera in commercio.

Bici Elettrica Pieghevole di Argento Piuma


Parliamo di un brand tutto Italiano: la bolognese Argento, produttore del famoso modello

Piuma, le cui misure da chiuso raggiungo i 75x45x70 cm. Si tratta di un modello molto particolare, che include anche un'assicurazione che copre i danni fino a 5000€.

E' dotato di una batteria Samsung con presa USB, che garantisce all'utente circa 80Km di autonomia con una carica completa.

La batteria può anche essere rimossa dal telaio, per essere ricaricata più facilmente. Il telaio è in alluminio, ma in questo modello è possibile anche regolare l'altezza del manubrio, per permettere proprio a tutti di usufruire di questo gioiellino.

Le ruote, infine, hanno un'ampiezza di 20 pollici. E' il primo modello di questo confronto dotato di sistema di cambio.

Nello specifico, la bicicletta di Argento monta un cambio Shimano a 7 velocità, utile per le salite ripide e per gestire nel complesso l'andamento del mezzo.

E' anche dotato di un display LED, che permette la scelta tra le tre modalità di pedalata assistita e fornisce al contempo i comandi per l'accensione e lo spegnimento di luci e motore.

Le recensioni sono tutte a favore di questo particolare modello, e ne elogiano non solo i materiali costruttivi ma, nello specifico, gli ammortizzatori e le sospensioni. Questo prodotto è disponibile sullo store di Amazon.

E-Bike pieghevole iBike iFold


La bici pieghevole iBike iFold è uno dei modelli e delle versioni più acquistate ed apprezzate sul web, nonostante il suo peso complessivo sia ben superiore ai suoi concorrenti. Pesa infatti circa 24Kg.

Il telaio è totalmente realizzato in alluminio: al suo interno ospita un motore brushless da 250W. Abbiamo in oggetto un modello senza sistema di cambio, mono-marcia e con due ruote pneumatiche da 20 pollici ciascuna.

La batteria è agli ioni di litio e grazie a questa è possibile raggiungere circa i 30KM di autonomia. Anche in questo caso, sono disponibili tre modalità di pedalata assistita.
E' dotata di freni a disco su entrambe le ruote, ma il punto forte di questo modello è la velocità di piegatura: si piega in 30 secondi, grazie ai punti di sblocco posizionati su telaio, manubrio e sella.
Ha anche un display sulla parte superiore del manubrio, affiancato poi da un utilissimo supporto per lo smartphone.

Le recensioni parlano bene della batteria, assicurandone la potenza e l'autonomia, mentre sono meno positive riguardo al peso complessivo. Anche questa è disponibile su Amazon.

Fat bike pieghevole Revoe Dirt VTC


Si tratta di un prodotto cinese della Revoe, un modello di bicicletta elettrica pieghevole, che da chiusa misura 70x38x69. Al contrario delle biciclette precedenti, questa viene definita Fat Bike soprattutto per via delle ruote da 20 pollici, più pesanti, resistenti e grandi delle sue concorrenti.

Questa resistenza però, incide sul peso complessivo, che arriva a 35kg. Ha un motore brushless da 250W che garantisce una velocità di 25km/h e la batteria si ricarica in 3 ore.

Anche in questo modello, il display permette di variare tra le tre modalità di pedalata ma, in più, fornisce la possibilità di decidere di non usare il motore, spegnendolo e risparmiando batteria.

Il piegamento è davvero molto semplice e il prodotto arriva già dotato di cavalletto, portapacchi e luci anteriori.

I recensori sono entusiasti del suo design, delle prestazioni e della qualità costruttiva generale, rendendo Fat Bike un ottimo prodotto. Anche questa bici è disponibile su Amazon.

Bici Elettriche su Amazon

Bici elettrica pieghevole super leggera Xiaomi QiCycle


Trattiamo ora un altro modello di realizzazione cinese, questa volta targato Xiaomi. Questo particolare modello, arriva a pesare 14,5KG, attestandosi dunque come uno dei più leggeri in commercio.

Questa E-Bike monta sulla sua parte anteriore un motore con potenza massima di 250 W; la batteria estraibile, può essere ricaricata facilmente e in un lasso di tempo abbastanza ristretto (3 ore per la ricarica completa) e promette nel suo complesso un'autonomia di 45 Km.

A differenza delle sue colleghe, la bicicletta di Xiaomi monta un sistema di cambio a 3 velocità, oltre alle già presenti tre modalità di pedalata che faciliteranno l'utilizzo complessivo.

La batteria al litio, poi, alimenta non solo il motore per la pedalata assistita, ma anche le luci a LED anteriori e posteriori. Il modello di Xiaomi è disponibile su Amazon.

Bici elettrica pieghevole NCM Paris


Anche la NCM propone il suo modello di bicicletta elettrica pieghevole. E' un modello di E-Bike molto interessante, le cui forme sono ispirate alla bici da passeggio Graziella. Le sue misure, da chiusa, sono 90x70x60 cm.
Questo modello è un po' più costoso nel prezzo rispetto agli modelli che abbiamo già trattato.

Ha una batteria al litio la cui energia garantisce 45 Km di autonomia mentre, il motore brushless da 250 W, ha 6 differenti modalità di marcia, tra cui una per il risparmio energetico, definita come "Eco", spesso utilizzata per economizzare l'energia della batteria.

E' dotata di un telaio in alluminio e di due ruote da 20 pollici ciascuna; su ogni ruota poi, monta anche un sistema di freni a disco funzionale e sicuro.

La sella e le manopole del manubrio sono poi ricoperte da uno strano di simil-pelle, che ne accresce anche il valore estetico. In questo modello, infatti, è stata data molta importanza all'estetica come alle prestazioni.

Le recensioni esaltano la qualità dei materiali costruttivi, il rapporto qualità-prezzo, le funzionalità e la varietà di accessori con la quale viene fornita. Anche la bici NCM Paris è disponibile su Amazon.

E-Bike pieghevole Fiat F16


Anche la Fiat propone il suo modello di bici: la fantastica F16, un modello che appartiene idealmente alla gamma 500 e le cui misure da chiusa sono 70x44x68 cm.

Questo è un modello realizzato per essere uno tra i più leggeri in circolazione: arriva a pesare infatti circa 15 kg, includendo la batteria nel proprio alloggiamento.

Solo Xiaomi riesce a realizzare un modello ancora più leggero. Il telaio è di alluminio e le ruote misurano circa 16 pollici. Su ogni ruota è stato montato poi un sistema di freni a disco che assicura la parte anteriore e posteriore.

La batteria, agli ioni di litio, garantisce un'autonomia di 25 km ed è dotata anche di una porta USB, funzionale per ricaricare lo smartphone mentre si è in viaggio.

Non vi è montato alcun tipo di display: tuttavia è possibile scaricare un'app dalla quale controllare le modalità di pedalata assistita.

Le recensione sono tutte a favore della qualità del marchio, ne elogiano la possibilità di usarla come power-bank per lo smartphone ma anche la leggerezza e la comodità quando viene piegata. Anche questo modello è disponibile su Amazon.

Bici pieghevole a pedalata assistita BiwBik


Ci avviciniamo alla fine di questo confronto tra i migliori modelli di e-bike. Adesso passiamo al modello proposto da BiwBik, che da chiuso misura 84x45x64 cm.

Possiede un motore brushless da 250 W, che permette di alimentare le tre modalità di pedalata assistita, tra cui una a risparmio energetico per mantenere la batteria. Il telaio è realizzato prettamente in alluminio e monta due ruote che misurano circa 20 pollici.

Per quanto riguarda il sistema dei freni, sulla ruota anteriore è montato un sistema V-Brake, mentre sulla posteriore un classico freno a tamburo.

Oltre alle varie proprietà in comune con i suoi concorrenti, il modello BiwBik monta anche un cambio Shimano a sei velocità; il pacchetto include anche un cavalletto, una luce a led per la parte anteriore e il classico display, che oltre a monitorare lo stato della batteria, permette di gestire le tre modalità di pedalata.

Le recensioni ne esaltano la facilità di piegatura e il dettaglio nelle rifiniture. Questo modello è disponibile su Amazon.

E-bike a pedalata assistita A-bike Electric

A Bike


L'ultima bicicletta di questo speciale confronto è in realtà un modello abbastanza insolito, il cui design differisce dalle altre biciclette di questo genere. Con le sue misure da chiuso (70x40x21) si classica come il più compatto in commercio.

Anche il peso risulta di conseguenza molto ridotto: includendo la batteria infatti, questo modello arriva a pesare poco più di 11 kg.

Proprio la batteria, inoltre, garantisce un'autonomia di 25 km e si ricarica in un tempo inferiore alle 3 ore. Si tratta di un modello davvero leggero e compatto, pensato soprattutto per spostamenti brevi e veloci.

Il telaio in alluminio è super sottile e monta ruote molto piccole. Non è dotata di alcun tipo di cambio e non ha nemmeno troppi accessori: solo una luce led per la parte anteriore.

Le recensioni di questo articolo ne parlano bene, paragonandolo quasi a un monopattino elettrico che abbia in più manubrio e sellino.

L'assenza di ammortizzatori e le ruote piccole si fanno sentire sulle strade più dissestate. Anche questa è disponibile su Amazon.

COME SCEGLIERE LA GIUSTA BICICLETTA ELETTRICA PIEGHEVOLE?


Dopo aver effettuato dunque un primo confronto tra i vari modelli di e-bike, adesso procederemo alla vera e propria guida all'acquisto.

Andremo dunque a spiegare quali sono i fattori più importanti da considerare prima di un acquisto simile, in modo che possiate valutare voi stessi i modelli che non sono presenti nel confronto.

Peso e dimensione


La prima cosa da tenere in conto con questo tipo di articoli, è ovviamente la prima caratteristica che ci salta all'occhio: dimensione e peso della bicicletta sia da aperta che da chiusa.

Le bici elettriche pieghevoli sono, a loro modo, dei piccoli capolavori di ingegneria, in quanto devono conciliare non solo design e rifinitura, ma anche renderla comoda, resistente, compatta e maneggevole, includendo nel tutto sia motore che batteria.

Come visto nel confronto, i modelli leggeri pesano poco più di 10 kg, ma ci sono anche modelli dello stesso prodotto a pedalata assistita che ne pesano più di 30.

Quali sono, perciò, le componenti che variano così tanto il peso della bicicletta?

Senza dubbio, si tratta di motore e batteria; ma anche il materiale del telaio gioca il suo ruolo, come anche il peso delle ruote.

Altro elemento fondamentale è la grandezza effettiva della e-bike da aperta e da chiusa. Ovviamente, un modello meno ricco e più essenziale, magari anche con ruote più piccole, riuscirà ad ingombrare di meno e ad essere più pratico.

Di solito poi, una bici più grande è automaticamente anche una bici più pesante, ma non sempre peso e grandezza sono valori che vanno di pari passo.

Con questo tipo di prodotto, la qualità dipende soprattutto dalle vostre esigenze. Se, per esempio, avete la necessità di trasportare a mano la vostra bici, vi servirà un modello più leggero, mentre se dovete spesso riporla nel bagagliaio dell'auto, ve ne servirà uno più compatto.

Sistema di piegatura


Un'altra caratteristica fondamentale delle bici elettriche pieghevoli, sta proprio nel loro speciale sistema di piegatura, nel modo in cui si ripiega su sé stessa per divenire compatta e maneggevole.

Sono due i principali metodi di piegatura di una e-bike: centrale e laterale.

La prima, sfrutta un sistema che ha come perno la parte centrale del telaio della bici, permettendo di piegare ruote, manubrio e sellino.

E' un metodo abbastanza veloce e semplice da attuare, ma che al contempo sacrifica un po' di spazio.

L'altro sistema invece prevede che la ruota posteriore si sposti sotto il telaio della bici.

Al contrario del sistema centrale, questo risulta un po' meno semplice ma riesce a rendere la bici davvero compatta e a conservare un sacco di spazio utile.

Il Motore


Per una normale bicicletta, la caratteristica più importante riguarda telaio e ruote. Per una e-bike, però, la parte da tenere maggiormente in considerazione riguarda il motore che ogni modello possiede.

Quando parliamo del motore di una e-bike, facciamo riferimento soprattutto a due elementi nello specifico: alla sua capacità di produrre energia, dunque alla sua potenza, ma anche alla sua posizione nel telaio.

POTENZA: All'inizio di questo articolo abbiamo già menzionato cosa dice la normativa vigente in merito alla potenza di questo tipo di veicoli.

Ci teniamo però a sottolinearlo maggiormente, poiché si tratta di una questione di sicurezza e anche perché si tratta di uno degli elementi principali da tenere in considerazione prima dell'acquisto.

Secondo la legge europea, dunque, tutte le e-bike con un motore che supera i 250 W di potenza sono considerate dei veri ciclomotori.

Di conseguenza, per essere guidate, necessitano di una patente, del bollo e dell'assicurazione.

Sulla potenza del motore è dunque impossibile sbagliarsi: la maggior parte delle e-bike in commercio ha una potenzia inferiore o uguale a 250 W.
POSIZIONE SUL TELAIO: Altro elemento da tenere assolutamente sott'occhio è la posizione del motore sul telaio della bicicletta. E' un elemento fondamentale e vi sono tre possibilità:


Il motore anteriore è posizionato sulla ruota di davanti: questo ne modifica la trazione generale, rendendola più comoda, ma al contempo potrebbe causare qualche difficoltà sulle salite più ripide oppure quando sarà necessario smontarlo.

Il motore posteriore invece è installato sulla ruota dietro, affiancato dal cambio: la trazione qui rimane classica ma potrebbe esserci qualche difficoltà nel montaggio oppure problemi di varia natura quando è necessario sostituire le ruote.

La migliore posizione per il motore di una e-bike è, perciò, la parte centrale, appoggiato sul telaio oppure nascosto all'interno.

Mentre i motori anteriori e posteriori sono analogici e dunque adatti anche per le bici classiche, il motore interno è un prodotto di serie, compatibile solo con le e-bike.

Batteria e autonomia


E' importante non dimenticarsi di valutare anche la batteria. Una e-bike con un buon motore non vale nulla senza una batteria di qualità.

In commercio sono disponibili davvero tante tipologie di batterie, ma più che un prodotto al piombo gel o Ni-MH, la tipologia di batterie più consigliata per le e-bike sono le batterie agli ioni di litio, longeve nel tempo ed estremamente maneggevoli. La maggior parte dei prodotti presenti nel confronto precedente, monta una batteria di questo tipo, con una capacità garantita di 360 Wh. Con "capacità" si intende la quantità di energia che la bici riceve dal motore in un preciso lasso di tempo.

Oltre a ciò, è importante anche considerare l'autonomia effettiva della batteria stessa. Si tratta perciò della quantità di chilometri che è possibile percorrere con una carica completa della batteria, fino a quando questa non si scarica completamente. E' un valore davvero complicato da individuare e, perciò, i valori indicati dalle case produttrici sono spesso orientativi.

Cosa influisce sull'autonomia di una bici elettrica? Senza dubbio l'usura della batteria, il tipo di strada che si percorre, la presenza o meno di dislivelli, il peso del conducente ma anche il livello di assistenza selezionato.

Come potete vedere perciò, si tratta di un valore che è estremamente soggettivo e subordinato alle esigenze dell'utente.

L'ultima caratteristica da valutare in merito alla batteria è sicuramente la sua posizione.

La maggior parte delle batterie sono spesso posizionate sul telaio della e-bike, al centro, e sono spesso estraibili. In questo modo è possibile ricaricare la batteria senza aprire ulteriormente la bici.

Sensori e livelli di assistenza della pedalata


Come si attiva la pedalata assistita? Pedalando! Proprio perché non si tratta di un vero ciclomotore, il conducente deve sempre fare un minimo sforzo al fine di attivare il motore di supporto. Sul mercato, esistono due diversi tipo di sensore per l'attivazione della pedalata assistita:
il sensore di pedalata e il sensore di sforzo.

Il primo è un sensore "a ciclo continuo", nel senso che si mantiene costante nell'assistenza indipendentemente dalla quantità di sforzo che viene applicata nella pedalata.

Anche una pedalata "simbolica" lo mantiene attivo. Il sensore di sforzo invece, muta l'assistenza in base alla quantità di sforzo che viene applicata durante la pedalata.

Più ci si sforza, e più il motore accorre in nostro aiuto. Si tratta dunque di un sensore adatto a coloro che cercano nella e-bike anche la possibilità di fare attività fisica.

Struttura e materiali


Dopo aver trattato dunque le caratteristiche fondamentali da tenere in conto per l'acquisto di una bici elettrica pieghevole, ora affronteremo altri elementi fondamentali per l'acquisto di un qualsiasi tipo di bicicletta.

Telaio



Il telaio è la struttura portante di ogni modello di bicicletta; il materiale con cui viene realizzato è di fondamentale importanza, soprattutto per la sua incisione nel miglioramento della qualità complessiva dell'esperienza.

Per le e-bikes, la leggerezza è un elemento fondamentale, proprio per questo tutti i modelli di bici elettrica pieghevole di fascia medio-economica, sono realizzati in alluminio.

C'è comunque da dire che un prodotto di alto livello è spesso realizzato in fibra di carbonio, resistente come l'alluminio ma nettamente più leggero. Le bici tradizionali hanno, invece, il telaio in acciaio, più resistente ma decisamente più pesante.

Ruote



Le ruote sono fondamentali in ogni tipo di bicicletta. E' chiaro che le dimensioni variano in base al modello e spesso sono costruite per un preciso motivo.

Le ruote di una bici da passeggio, per esempio, saranno più piccole e sottili di quelle di una mountain bike.

Nel caso delle bici elettriche pieghevoli le ruote sono spesso ingombranti. Proprio per questo vengono rimpicciolite, divenendo però sconsigliate per strade ripide o dissestate.

Le e-bike montano dunque, di solito, ruote da 20 pollici, ma abbiamo visto dei modelli con ruote anche da 16 pollici.

Cambio


Come abbiamo notato nel nostro confronto, la maggior parte delle bici elettriche pieghevoli non è dotata di cambio. Questi sono modelli esclusivamente mono-marcia, pensati per le strade di città e non per percorsi difficili.

Altri modelli, invece, montano un cambio Shimano, spesso a più velocità, che rende la e-bike perfetta non solo per le strade cittadine, ma anche per sentieri di montagna, strade ripide e dislivelli.

I Freni


La stessa importanza delle ruote è rivestita dal sistema frenante implementato nei vari modelli.

La sua importanza è in grado di fare la differenza sul valore di un prodotto e sulla sua efficienza, oltre che sulla sua sicurezza.

E' possibile trovare, nelle e-bike in commercio, tre tipologie di sistema frenante: V-Brake, a disco e a tamburo.

In determinati casi, come abbiamo visto, su una stessa e-bike possono essere montati anche due sistemi diversi su due ruote diverse.

Accessori


Come abbiamo potuto vedere, quasi tutti i modelli di bicicletta elettrica pieghevole sono dotati di accessori. Uno tra i più importanti è sicuramente la sacca, all'interno della quale è possibile conservare la e-bike piegata, evitando dunque di graffiarla e\o rovinarla.

Anche il display o l'applicazione dedicati sono strumenti importanti. Oltre a controllare le varie modalità di pedalata, ci forniscono una panoramica sulla carica della batteria.

Garanzia


La garanzia è probabilmente l'ultima caratteristica da tenere in considerazione, ma una tra le più importanti.

Può essere utile, infatti, sapere di avere a disposizione un team di supporto pronto ad aiutarti in caso di difetti o guasti vari.

Solitamente questa è indicata all'interno della scheda tecnica, ma in caso di assenza è possibile verificarne la presenza contattando direttamente il venditore.

La durata ideale della garanzia sarebbe di due anni, in modo da ovviare all'usura della batteria.

Dove acquistare una E-Bike?


Ormai ci è dunque abbastanza chiaro: quella delle E-Bikes non è affatto una moda passeggera, si tratta anzi di un prodotto consolidato che in certi negozi può arrivare a superare i 1000 euro.

Il metodo migliore per accaparrarsi uno di questi gioiellini è dunque Amazon, che vi offre spesso offerte speciali e prezzi competitivi.

In questo modo avrete non solo la garanzia di un prodotto valido, ma la stessa garanzia di Amazon, che ti aiuterà nella scelta attraverso anche le recensioni dei clienti.

una collezione di scooter elettrici

AUTORE:

Marika Palmieri

Mi chiamo Marika Palmieri ho 28 anni, sono un ingegnere elettronico e sin da quando ero piccola ho avuto la passione per i monopattini elettrici e gli hoverboard.

Ho deciso di mettere la mia esperienza a disposizione per consigliare i migliori modelli e chiarire anche dal punto di vista tecnico come funziona l'elettronica per dare l'opportunità a tutti gli appassionati di acquistarli con criterio, scegliendo solo i migliori.

Puoi leggere di più su di me qui.